Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Ransomware, in cosa consiste?

ransomwareI ransomware in informatica sono una delle minacce più pericolose propagatosi negli ultimi decenni, ovvero quella tipologia di malware che cifra del tutto i file del nostro hard disk, e chiede all’utente il pagamento di una somma in denaro con la promessa di rilasciare la password di cifratura per riavere i nostri dati presenti sul nostro hard disk come erano prima. Si tratta di software malevoli che stanno diventando sempre più difficili da combattere e sempre più subdoli, con lo scopo di far pagare al malcapitato una somma che può variare di volta in volta a seconda del ransomware e di non aver più scelta se non quest’ultima.

Chimera, uno degli ultimi ransomware ha come obbiettivo principale le piccole, medie e grandi aziende. Il suo scopo principale è quello di fare più pressione possibile alle vittime, il malware minaccia di diffondere contenuti e dati personali, come foto, nominativi, carte di credito ecc ecc, su altri siti pubblici, a meno che non si paghi subito una somma di circa 600 €. Per il momento non c’è nessuna prova che questo nuovissimo ransomware/cryptoware pubblichi informazioni e dati dell’utente, ma la minaccia è spesso sufficiente a convincere la vittima a pagare importi di questo genere.

ransomwareQuesto ransomware minaccia l’utente che non sono stati criptati solo i dati locali presenti nel computer, ma anche quelli presenti su archivi e cloud. Tutte le estensioni si sono modificate in .crypt e non sono più apribili per consultare che tipo di file era prima e confondere ancor di più le idee. Chimera, è studiato per colpire un tipo di personale specifico all’interno di un’azienda, i quali hanno accesso e utilizzano molto più frequentemente i dati sensibili ed importanti, per far si che la richiesta di riscatto non venga messa in disparte.

Un secondo esempio malware ransomware che esercita molta pressione psicologica sugli utenti è CryptoWall, tra l’altro uno dei primi di questa tipologia di malware. L’ultima versione sostituisce i nomi dei file criptati con lettere e numeri generati in maniera casuale. La cifratura viene fatta con chiavi RSA a 2048-bit, quindi quasi impossibili da violare. Questo ransomware precisa inoltre di non cercare di provare a violare la crittografia dei file, in quanto saranno persi definitivamente.

Come difendersi da questo ransomware?

Noi di Assistenza PC Roma consigliamo per prima cosa di avere sempre attivo un buon anti malware come ad esempio Malwarebytes Anti Malware, e tenerlo sempre costantemente aggiornato per far si che una volta avuto il contatto con questi tipi di malware ransomware nel pc o nella rete, vengano troncate tutte le sue possibili azioni verso i file, praticamente sul nascere, prima che sia troppo tardi. E vi diciamo anche che, se dovesse capitarvi, non andate subito nel panico e non pagate nessuna somma di denaro, e magari se non riuscite a toglierlo da voi, di contattarci tempestivamente per eliminare il ransomware in questione e ripristinare i file.

Assistenza PC Roma
Contattateci al 328.5898886

About Fabio